Loris

Sono Loris, ho 23 anni e sono studente all'Università Ca' Foscari di Venezia. Le ragioni che mi hanno portato a svolgere uno stage presso l'Ufficio Turistico IAT di Cittadella sono state il desiderio di lavorare a contatto con la gente e di mettere in pratica la conoscenza delle lingue straniere. Già dal mio primo giorno ho trovato colleghe molto disponibili che mi hanno introdotto alla storia di Cittadella e dei suoi monumenti; in seguito mi hanno insegnato a svolgere al meglio le attività di front-office, dall'accoglienza dei visitatori all'uso della cassa dei souvenir. Ho goduto di grande fiducia: mi sono state date mansioni di responsabilità, come la chiusura del complesso monumentale. In questa esperienza ho appreso importanti competenze trasversali, migliorando le mie capacità comunicative e portando a termine diversi compiti a me affidati, anche con un approccio multitasking. Consiglio questa esperienza di stage a tutti gli studenti amanti dell'arte, della cultura o delle lingue straniere che desiderano avvicinarsi con il piede giusto al mondo del lavoro.

Fatjiona

Ciao! Mi chiamo Fatjona, ho 22 anni e sono una laureanda iscritta al terzo anno del corso Lingue, Civiltà e Scienza del linguaggio all’università Ca’ Foscari di Venezia. Durante il mese di marzo ho avuto l’opportunità di svolgere il tirocinio, previsto di 75 ore, presso l’Ufficio turistico IAT di Cittadella. Abitando a Cittadella, avevo già avuto l’occasione di visitare il Camminamento di Ronda, però non avevo mai approfondito, così a fondo e nei minimi dettagli, la sua storia. Quest’esperienza di stage mi ha permesso di studiare la storia, le sue origini di Cittadella e di mettere in pratica le lingue studiate. Cittadella ha così tanto da offrire ai turisti è una città con una storia molto lunga però ancora viva nel presente. Oggi l’ufficio IAT con il suo grande lavoro valorizza tutto questo. Qui all’ufficio turistico sono stata accolta benissimo da tutto lo staff che hanno dimostrato molta pazienza e volontà nell’insegnarmi l’accoglienza dei turisti e come viene gestito il Camminamento sulle mura. La mia posizione principale è stata la “Torre di Malta”, a metà del camminamento, dove ho avuto l’occasione di interagire con molti turisti (italiani e stranieri, provenienti da tutto il mondo), accogliendoli una volta arrivati alla Torre di Malta, fornendo loro le informazioni necessarie e chiarendo i loro dubbi. Le attività che ho svolto sono state varie, quindi annoiarsi é impossibile. Ho preparato ed esposto delle introduzioni storiche da fare ai turisti. Essendo abbastanza timida, inizialmente mi è stato difficile relazionarmi con le persone, ma con buona volontà e con la pazienza della cara Sabrina, sono riuscita ad avere più sicurezza e scioltezza nel parlare. Ho avuto anche la fortuna di seguire una visita guidata e diversi laboratori per bambini e ragazzi di scuole elementari, medie e superiori. Infine ringrazio tutto lo staff per l’accoglienza e la disponibilità. In particolare ringrazio Elena che mi ha dato la possibilità di fare quest’esperienza. Devo dire che ho trovato un gruppo di collaboratrici molto professionali e pazienti e le ringrazio infinitamente (Cristina, Sabrina, Giulia, Chiara, Rossella e Monica).

Giorgia

Una bella esperienza che mi ha avvicinata di più alla coinvolgente storia del mio paese. Devo dire che non mi sarei mai aspettata una così notevole affluenza di visitatori stranieri tuttavia ho avuto molte possibilità di interagire con persone delle più svariate nazionalità e quindi esercitare la lingua straniera. Ho scelto proprio lo IAT per mettere in pratica ciò che studio a scuola. Per me è stata un’esperienza di crescita enorme e non dimenticherò mai quello che ho imparato qui.

Anta

Ciao a tutti! mi chiamo Ndeye Anta Thiongane, ho 24 anni e sono una laureanda iscritta al terzo anno del corso di laurea triennale in Progettazione e gestione del turismo culturale del dipartimento di beni culturali dell'Università di Padova. Durante il mese di Dicembre 2018 ho avuto la possibilità di svolgere lo stage di 150 ore presso l'ufficio turistico IAT di Cittadella in Provincia di Padova. Nello specifico mi trovavo nel book shop della Torre di Malta, esattamente a metà del Camminamento di Ronda. Ho scelto di svolgere lo stage in ambito turistico non solo perché molto attinente con il mio corso di laurea ma anche per avere un idea di quello che vorrei fare in alla fine del mio percorso Universitario e avere le idee chiare se non con la pratica e l'esperienza sul campo. Sono stata davvero molto soddisfatta di questo mio stage e lo rifarei ancora senza dubbio. Inoltre sono stata molto colpita dal notevole gruppo di turisti stranieri che da soli o in gruppo di persone decidano di visitare le mura della bellissima Cittadella. Ho potuto mettere in pratica quanto appreso durante le mie lezioni in facoltà e rinforzare senza dubbio la mia conoscenza nelle lingue facendo cosi tanta pratica. Se c'è una cosa che ho capito che va bene avere le basi e sapere, ma se non si mettono in pratica a poco serve... e questo stage mi ha permesso di calibrare le mie capacità. Durante lo stage oltre all'accoglienza al museo e il book shop ho partecipato a laboratori didattici con le scuole superiori sia di indirizzo economico che di indirizzo turistico dove è stato spiegato loro gli antichi mestieri come la scrittura Gotica,Lo speziale e le professioni turistiche e visite guidate che mi hanno permesso di apprendere maggiori informazioni storiche su Cittadella. Sono molto soddisfatta di questa mia esperienza se pur breve direi molto intensa, non mi sono mai annoiata e c'era sempre qualcosa da fare. Mi ha dato la possibilità di relazionarmi con davvero molti turisti di ogni età e nazionalità e di utilizzare le lingue straniere studiate come il Francese,Inglese e un pò di Spagnolo e Tedesco. Infine un ringraziamento speciale a Elena Bonaldo e a tutto lo staff Cristina, Chiara, Giulia, Sabrina, Beatrice, Rossella che mi hanno seguito con piacere e pazienza e tanta disponibilità e mi sono davvero trovata tanto a mio agio un bel ambiente sereno. Ricorderò con molto piacere questa mia esperienza senza dubbio e consiglio caldamente ai miei stessi colleghi di PGT a fare questa esperienza formativa/lavorativa che ha solo che arricchito il mio bagaglio culturale.

Marika

Un’esperienza breve ma intensa, lo iat mi ha permesso di conoscere meglio il territorio e i beni culturali della provincia. Mi ha dato l’opportunità di vedere panorami diversi e parlare con tantissime persone provenienti da diverse nazionalità. Porteró con me la visuale sopra le mura, come una cartolina tra i miei ricordi del mondo!

Eleonora

Ciao a tutti, sono Eleonora e frequento il terzo anno di Scienze del Linguaggio all'università Ca' Foscari di Venezia.  Ho scelto di svolgere lo stage allo IAT di Cittadella perchè è una cittadina, non molto distante da dove vivo, che mi ha sempre affascinata e perchè mi sarebbe piaciuto sapere di più della sua storia. Inoltre non avevo le idee chiare sul lavoro che mi piacerebbe fare, ma sapevo di amare le lingue e di avere voglia di mostrare le bellezze del nostro territorio alla gente di tutto il mondo.  Per questo lo stage in IAT è stata per me una soddisfazione. Mi ha permesso di usare le lingue che ho studiato e grazie alle mie colleghe molto disponibili ho potuto imparare moltissime cose di ogni genere. Le attività sono delle più varie, percui annoiarsi è impossibile. La cosa che mi ha colpito di più è stata la grande affluenza di turisti da tutto il mondo e questo mi ha fatta riflette sul grande lavoro che deve esserci dietro a un tale successo! Ringrazio tutte coloro mi hanno insegnato con pazienza e consiglio di fare lo stage qui a tutti coloro che desiderano lavorare nel settore del turismo, e anche (e soprattutto) a coloro che sono ancora indecisi sul lavoro che vorrebbero fare, ma che amano stare a contatto con la gente di tutto il mondo.

Alberta

Ciao a tutti! Sono Alberta e frequento il corso di laurea in lingue e culture per il turismo ed il commercio internazionale presso l’Università degli Studi di Verona. Nei mesi di settembre e ottobre ho svolto lo stage universitario di 150 ore presso l’ufficio turistico IAT di Cittadella, più precisamente nella postazione in Torre di Malta a metà del camminamento di ronda. Ho scelto le mura di Cittadella e l'ufficio turistico perché volevo svolgere lo stage in ambito turistico e avere un contatto diretto con il pubblico. Sono stata positivamente colpita dal notevole gruppo di turisti stranieri che, singolarmente o in gruppo, decidono di visitare le mura. La loro presenza mi ha permesso di mettere in pratica le nozioni apprese all'università, migliorare l'inglese ed imparare alcune parole in francese. Durante il tirocinio, oltre all'accoglienza al museo e al gift shop, ho partecipato a laboratori didattici e visite guidate che mi hanno permesso di apprendere maggiori informazioni storiche su Cittadella oltre a quelle che già conoscevo. Complessivamente, mi ritengo molto soddisfatta di questa esperienza che mi ha dato l'opportunità di relazionarmi con turisti di ogni età e nazionalità e di utilizzare le lingue straniere studiate. Infine, un ringraziamento speciale a tutto lo staff dello IAT che mi ha seguito con pazienza, disponibilità e simpatia facendomi sentire subito a mio agio nell’ambiente lavorativo. Ricorderò sempre con molto piacere quest'esperienza a tal punto da consigliarla a chiunque sia intenzionato a fare esperienza in un ambiente turistico stimolante e coinvolgente.

Delia

Ciao! Mi chiamo Delia Cervellin, ho 21 anni e sono una laureanda iscritta al terzo anno del corso Lingue, Civiltà e Scienze del linguaggio all’università Ca’ Foscari di Venezia. Durante il mese di settembre ho avuto l’opportunità di svolgere il tirocinio, previsto di 75 ore, presso l’Ufficio turistico IAT di Cittadella, in provincia di Padova. Nello specifico mi trovavo nel book shop della Torre di Malta, esattamente a metà del camminamento di ronda. Nel corso di questa esperienza ho potuto osservare da vicino com’è lavorare nel campo del turismo e come conoscenza e cultura personale si uniscano in questo scenario. Io come stagista ho avuto l’occasione di interagire con molti turisti, accogliendoli una volta arrivati alla Torre di Malta, fornendo loro le informazioni necessarie e chiarendo quando possibile i loro dubbi. Ho notato con orgoglio che turisti da tutto il mondo visitano queste mura medioevali e ciò mi ha permesso di mettermi alla prova, usando quasi tutte le lingue che conosco. Tedeschi, spagnoli, francesi, inglesi, americani e russi soprattutto si recano fino a qui, arrivano persino dalla città di Novosibirsk, in Siberia! Abitando vicino a Cittadella questa cosa mi ha fatto particolarmente piacere e inoltre ho potuto apprezzare a pieno la bellezza e l’importanza storica di questo monumento. Dunque in questo modo non solo ho messo in pratica le mie conoscenze linguistiche, bensì ho arricchito il mio bagaglio culturale, scoprendo ogni giorno nuove informazioni su questa splendida località che è Cittadella. In qualche modo, in fondo, anch’io sono stata una turista. Avere l’opportunità di lavorare in un contesto storico e culturale come Cittadella è stato non solo un piacere ma anche un onore. È senza dubbio un’esperienza che consiglierei ad altri miei compagni universitari!

Angela

Sono Angela Scudier e studio Storia e gestione del patrimonio archivistico e bibliografico alla Ca’ Foscari.
La mia scelta di svolgere lo stage curricolare presso l’ufficio IAT di Cittadella è stata determinata in primis da motivazioni di interesse storico- artistico- archeologico (interessamento per le Mura e la loro storia), ma anche dalla scelta di uscire dalla mia zona di conoscenza e comfort e fare una esperienza  diversa in un luogo che non conoscevo.
Lo stage appena svolto è stata a mio parere una interessante esperienza formativa.
L’attività è consistita fondamentalmente in un lavoro di front office, svolto presso la Torre di malta- una delle sedi del camminamento di ronda delle Mura di Cittadella. Tra le mansioni svolte segnalo apertura e chiusura della torre, guardiania, supporto e comunicazione di informazioni storiche ai turisti, vendita di souvenirs. Data la mia formazione universitaria mi è stata data inoltre la mansione di riordinare la biblioteca del museo, compito che ho svolto con molto interessamento.
Credo di avere appreso molto durante queste ore di stage, a livello professionale e a livello personale, per cui ringrazio l’ufficio IAT per la possibilità datami.

Giacomo

Ciao a tutti! Sono Giacomo e frequento il corso di Economia Aziendale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Sono al terzo anno e ho svolto da poco lo stage presso l’Ufficio IAT di Cittadella. Per me è stata un’esperienza soddisfacente, poiché ho potuto approfondire e migliorare le lingue, interagire con molti turisti di tutte le parti del mondo, ma ho svolto anche altre mansioni, come la vendita di souvenir e l’accompagnamento dei turisti con introduzioni storiche presso la Torre di Malta. Mi ritengo fortunato, perché lavorare, anche se per poco, in questo ambiente così unico nel suo genere è un’esperienza che capita poche volte.Voglio ringraziare tutto lo staff che mi ha formato e accompagnato in questo stage, sono state sempre molto gentili con me, e mi hanno insegnato molto